CENTRI ESTIVI 2019

“VIAGGIO NEL CORPO UMANO”

(liberamente tratto da “Viaggio nel CORPO UMANO” di John Haslam e Steve Parker Ed NATIONAL GEOGRAFIC KIDS)

1 luglio—5 luglio 2019 PRIMA SETTIMANA

I Centri Estivi sapete come sono iniziati? Con un sacco di sorprese!

E’ arrivato un pacco speciale e dentro abbiamo trovato due magici amici e una lettera!


“Ciao bambini, ci chiamiamo Camillo e Camilla, siamo molto felici di essere arrivati qui, in questa bellissima scuola! Arriviamo da lontano, dopo aver viaggiato molto, addirittura abbiamo volato…

Vi piacerebbe partire insieme a noi per un viaggio? Un viaggio speciale dentro il corpo umano!



Secondo voi c’è qualcuno a cui non piace viaggiare e soprattutto addentrarsi nel corpo umano? … e così ..

PRONTI???

3… 2… 1…. VIA !!!!

Abbiamo iniziato prima di tutto a guardarci in uno specchio e poi a crearci un cartoncino simile ad uno specchio con la carta stagnola e a disegnare il nostro volto scoprendo così che siamo tutti stupendi e diversi!

Il giorno dopo abbiamo “fatto tappa” sulla pelle che ci ricopre completamente ed è morbida, sensibile e colorata!


Poi, con pazienza abbiamo disegnato la sagoma di una maestra e poi la nostra sagoma. I bambini più grandi si sono aiutati l’un l’altro!

Il viaggio continua per arrivare ai polmoni!

Un bambino ha detto: – Guarda sono due come le mani!


I polmoni sono pieni di aria e così con una bella cannuccia abbiamo fatto giochi di percorsi soffiando su batuffoli di cotone idrofilo


Abbiamo soffiato con la cannuccia dentro l’acqua creando le bollicine rumorose che facevano.”glu glu”.


 

 

 

 

 

 

 

Nel pomeriggio è stato bellissimo giocare con le bolle di sapone e poi vedere bolle GIGANTI!.


 

 

 

 

Finalmente giovedì sono arrivati, i tanto attesi giochi con l’acqua e le piscine: suddivisi in squadre, abbiamo portato le palline colorate nei coni diventati canestri attraversando la piscina oppure trasportando acqua con bicchieri bucherellati e giocando con le spugne inzuppate!!! Fantastico!

 

Il venerdì non poteva mancare la tappa nel cuore.

Con lo stetoscopio abbiamo auscultato un ritmo prezioso che sta dentro di noi.


Con la pasta di sale ci siamo creati un modellino di cuore
tridimensionale



Una settimana davvero speciale dove ogni mattina abbiamo iniziato cantando a Gesù nostro amico che ci ama.

Lunedì, dopo un po’ di riposo, saremo pronti per proseguire il nostro fantastico viaggio!

 

Comments are closed.