La Fatica di ogni Cambiamento

Vi suggeriamo di vistare questo sito curato da esperti, per approfondire l’argomento

“Quando un bambino nasce avviene il primo grande cambiamento palese che incontra sulla sua strada (tanti altri ne sono già avvenuti in pancia della madre).

Passare da una situazione di protezione e di accudimento totale come quella prenatale, al travaglio della nascita e poi allo sperimentare la fame, la sete,la luce, una temperatura, un ambiente esterno totalmente nuovi, sono sicuramente esperienze di cambiamento impegnative e faticose.

Sarà questa fatica che caratterizzerà lo scorrere della vita, fatto inevitabilmente di cambiamenti, da quelli più piacevoli a quelli più dolorosi e difficili, come l’esperienza totalizzante e assoluta della morte, il cambiamento più difficile di tutti perché senza ritorno.
Alcune età della vita, sembrano condensare queste difficoltà…
…Per un bambino che cresce una prova di cambiamento particolarmente faticosa può essere quella dei tre anni, quando va per la prima volta alla scuola dell’infanzia….

Aiutare un bambino a vivere bene questo passaggio può perciò diventare un’esperienza cardine e fondamentale del suo processo evolutivo.
Perché questo possa avvenire, tuttavia è importante che la separazione venga vissuta come possibile anche all’interno della sua cultura familiare, altrimenti il bambino interiorizzerà la sensazione inconsapevole che non ci si può separare . In questo caso non è tanto il bambino, quanto la sua cultura familiare che ha bisogno di essere aiutata ad integrare l’idea che ci si può separare senza per questo sentirci morire.”

(da “Il bambino nascosto” di Alba Marcoli)

 

Comments are closed.