Poppi e Lilli

Mercoledì 30 maggio 2012
È il nostro amico FOLLETTO NASCONDINO
in versione “foglia estiva” a portarci una stupenda storia:

POPPI e LILLI

C’era una volta Poppi, un piccolo pesce palla molto allegro
e vivace che amava sguazzare in acqua con i suoi amici,
ma sempre sotto gli occhi vigili dei suoi genitori
che ogni giorno gli raccomandavano di non allontanarsi
dal resto del branco per non mettersi in pericolo.

 

Un giorno, il pesciolino Poppi osservò una stella marina
lasciarsi trasportare dalle onde del mare tutta divertita
e così decise di seguirla, un po’per vedere
cosa sarebbe successo e un po’per fare amicizia,
scordandosi così delle raccomandazioni dei genitori.

Ridendo e facendo capriole, non si accorse di quanto
si fosse allontanato dal resto del branco.
Quando se ne rese conto, non se ne preoccupò,
anzi continuò indifferente il suo bighellonare con la stella marina Lilli,
finché improvvisamente i due si trovarono davanti una nuova e misteriosa figura:
si trattava di uno strano pesce che ogni volta che starnutiva si illuminava.

Poppi iniziò a piangere a dirotto e ad avere paura,
chiamò la mamma disperato e pensò che, se fosse rimasto nel branco
dando retta ai genitori, certamente non avrebbe incontrato quel pesce spaventoso!

Il pesce però si allontanò senza fargli nulla di male
e lui chiese a Lilli di riaccompagnarlo a casa dai suoi genitori che,
tra l’altro, lo stavano cercando tutti preoccupati.

La buona stella marina Lilli,
nell’osservare l’improvvisa reazione di Poppi, scoppiò in una risata,
spiegandogli che a volte l’apparenza inganna
e che in realtà quel pesce non solo era innocuo,
ma faceva così per difesa ed erano ben altri
e assai più temibili i veri pericoli del mare!

 

Alla parola “pericoli”, Poppi desiderò più di ogni altra cosa tornare da mamma e papà:
da quel giorno sarebbe stato sempre buono e obbediente.

Lilli, oltre ad essere simpatica e a conoscere molto bene il mare,
era anche veramente gentile e decise di riaccompagnarlo a casa.

Nel cammino, i due amici chiacchieravano e non si accorsero di un granchio.

 

L’animale, affamato, si avventò subito sulla povera stella marina Lilli
che iniziò una vera lotta per la sopravvivenza.

Poppi non sapeva cosa fare e chiamò forte aiuto.
I suoi genitori, che erano poco lontani, lo sentirono
e accorsero immediatamente: vedendo la nuova amica di Poppi
in pericolo si gonfiarono, trasformandosi in due palle piene di aculei,
così il granchietto si spaventò e se la svignò all’istante.

Passato il pericolo, i genitori sgridarono Poppi per essere stato disobbediente
e per essersi allontanato mettendosi nei guai.

Il pesciolino sapeva di aver sbagliato e accettò i rimproveri dei genitori.
E Lilli? La povera stella marina si allontanò:
era molto triste perché doveva lasciare l’unico amico
che avesse mai avuto?
I genitori di Poppi videro una lacrimuccia negli occhi
della stellina e allora decisero di tenerla assieme a loro!

Poppi e Lilli, da quel giorno, giocarono sempre insieme,
ma sempre sotto lo sguardo vigile dei genitori di Poppi!

Testo di Alessandra Garzillo

E anche
nella nostra scuola
sono arrivati
quattro pesciolini rossi!!!
EVVIVA!!

 

Comments are closed.