Sono arrivati i bambini della classe prima della scuola Busonera!

L’articolo che segue rimarrà sempre disponibile nell’omonima sezione

È il 23 marzo un giorno che da tempo è atteso da tutti noi perché devono venire a trovarci i bambini grandissimi quelli della classe PRIMA della scuola primaria “Busonera”.
Eccoli arrivano e un silenzio … che mai si riesce a costruire …. riempie il salone. Siamo tutti emozionati!

Fra i mitici 24 ci sono tre fratelli…
Facciamo dei bans che tante volte sono stati cantati insieme e poi loro ci cantano una stupenda canzone della primavera…
Dopo scroscianti applausi i bambini piccoli e medi tornano in sezione perché i bambini grandi racconteranno ai loro vecchi amici la storia dal titolo: NICO TROVA UN AMICO.
E poi che gioia averli tutti in classe anche se per brevissimo tempo…
Insomma è proprio bello crescere
e grazie a chi ci aiuta a farlo in modo così bello e appassionante!

………………………………

Ops … dimenticavo … ma voi la sapete la storia di Nico? (Racconto di Matthias Hoppe NICO CERCA UN AMICO Edizioni Arka)
A Nico, simpatico topolino, non mancava proprio nulla tranne un amico più grande e diverso da lui.


Così andò dalla Rana verde che viveva nella palude. “Sarebbe bello stringere amicizia tra noi”, le disse.

“Impossibile, tutto grigio come sei!”, rispose la Rana scuotendo la grossa testa. “E poi, tu non sai né saltare né gracidare. Siamo talmente diversi, tu ed io!”.


Il topolino andò allora a trovare il bruco ma anche questo rifiutò l’amicizia.


Senza scoraggiarsi, Nico andò dalla Talpa e anche questa rifiutò in pieno.


Nico osò andare persino dal Gatto che prontamente rispose che dei topolini lui si faceva un bel boccone.


Simili risposte il povere topolino la ebbe dal cervo e dall’orso.


Ormai sconfortato, Nico arrivò ad un circo e lì trovò l’elefante grande e forte.” Si sarei molto felice di essere tuo amico” disse l’elefante.


Nico era il più felice della terra: si aiutavano fra di loro, giocavano insieme erano amici inseparabili anche se tanto diversi tra loro…


 

Comments are closed.