L’OLFATTO

14 aprile 2020

Oggi è arrivato il momento di conoscere il senso dell’olfatto l’ultimo dei nostri cinque tesori.

Il senso dell’olfatto è il più antico e potente dei nostri sensi anche se forse è il più sottovalutato. La capacità di annusare e percepire odori e profumi però è molto importante. L’olfatto infatti non solo è strettamente legato al nostro senso del gusto ma la capacità di riconoscere odori e profumi è in grado di evocare ricordi o di avere un effetto calmante o eccitante sui bambini. GUARDA IL VIDEO (Link)
(altro…)


Domenica di Pasqua


Domenica di Pasqua!

PROFUMATI DI RISURREZIONE

Cari bambini,

camminiamo con Gesù che il Giovedì Santo ha voluto lavare i piedi ai suoi discepoli per insegnare a volerci bene.

Nell’ultima cena, volendo restare per sempre con noi ci dona l’Eucaristia. (Link)

Il giorno di Pasqua possiamo finalmente gridare che Gesù è vivo è risorto! (Link)

Cari bambini, quest’anno sarà una Pasqua davvero unica e meravigliosamente speciale.

Sarà sovrabbondante di amore vero che viene da Gesù risorto che ha dato la sua vita per noi.

La chiameremo PASQUA D’AMORE perché potremo fare una gara a chi in famiglia riuscirà a distribuire gesti d’amore, d’affetto, d’aiuto e di servizio diffondendo così il profumo dell’amore.

Come fare? Si tratta di pensare e di fare ciò che potrebbe far piacere alla mamma al papà e compiere questi piccoli gesti.

Proprio per manifestare questa nostra scelta, di compiere anche un solo gesto di affetto, costruiamo “il cuore della Pasqua” per un regalo alla famiglia.

Sono sufficienti carta, forbici, pennarelli e matite colorate

(altro…)


L’ULIVO, DI NOI BAMBINI!

5 aprile 2020

Cari bambini,

il nostro grande amico Gesù sta per vivere un’esperienza straordinaria per il bene e per amore di tutti noi.

Domenica 5 Aprile inizieremo la SETTIMANA SANTA.

Gesù entra a Gerusalemme e viene accolto con grande gioia. Tutti lo festeggiano con rami d’ulivo.


Anche noi vogliamo esserci e stare con Gesù.
(altro…)


IL LIBRO TATTILE

Alla scoperta del senso del tatto

30 marzo 2020


Care scimmiette vedo che siete stanche, forse avete giocato troppo.

Preparatevi a fare un riposino ma prima voglio raccontarvi la favola del leone e del topolino che abbiamo ascoltato tante volte ma che è sempre bella – disse la nonna.


(altro…)


E’ arrivata la Primavera!

Alla scoperta del senso della vista!

23 marzo 2020


Ciao bambini, ciao bambine!

Le scimmiette sono irrequiete perché desiderano che voi sappiate cosa sta succedendo. Ecco la loro storia!

 

 

Le scimmiette avevano a disposizione un grande spazio verde con grandi alberi ed erba fresca. Amavano molto giocare all’aperto, correre, saltare mentre la nonna era impegnata nelle faccende domestiche.

(altro…)


IL DOLCE … PER LA FESTA DEL PAPA’

Alla scoperta del senso del GUSTO

16 marzo 2020

Le scimmiette non ci danno tregua e sono al nostro fianco…


Nonna, nonna, per la festa del papà non basta la filastrocca e il piccolo aeroplanino, ci vuole un dolce!!! – gridano le scimmiette.

Avete ragione ma prima vi voglio spiegare, care scimmiette, come la nostra lingua sappia distinguere tanti sapori. I quattro fondamentali sono: dolce, amaro, salato e acido. Il dolce è percepito specialmente sulla punta della lingua, l’amaro è sentito più intensamente sul fondo mentre il salato è più forte sui margini.

(altro…)


Il patto delle scimmie

10 marzo 2020

Sapete bambini e bambine che cosa è successo?

Mentre la scimmia dalle orecchie grandi cantava, ballava a ritmo e pensava ai suoi 10 gioielli arrivarono tutte le scimmie con la nonna.

Ciao ci sembri un po’ distratta! – urlano in coro.

A te piace contare fino al numero 10 ma non basta! – dice la nonna.

Oggi è il 10 marzo ma fra nove giorni sarà il 19 marzo, la festa del papà! dice la scimmia dalle mani grandi


 

 

Dobbiamo far qualcosa e io ho un’idea volatile! -dice la scimmia dagli occhi grandi.

RIUNIAMOCI! -farfugliano in coro –Il papà quando mi vede mi prende e mi lancia in alto e poi mi riprende, mi fa volare! – racconta la scimmia che non mangia mai.


Le scimmiette parlarono a lungo e alla fine decisero di imparare a memoria una bellissima filastrocca da recitare il giorno 19 marzo.

Con te io volo…papà!
Filastrocca del papà
ovunque sono ci sarà
sia vicino, sia lontano
egli mi terrà la mano.
Ogni broncio del mio viso
lo trasformerà in sorriso
riempirà col suo coraggio
tutti i passi del mio viaggio.
Saprà togliermi le nuvole
mi racconterà le favole
metterà sulla mia bocca
la più bella filastrocca.
Caccerà tutti i miei mali
mi disegnerà due ali
e se lo lascerò fare
egli mi insegnerà a volare. (Giuseppe Bordi)

Inoltre con molletta e abbassalingua costruirono il fermacarte che la nonna aveva trovato in “inter nete”. (link)

Subito si misero al lavoro tutte insieme senza dire niente a nessuno fino al giorno stabilito. E il patto fu concluso!


LA SCIMMIA DALLE ORECCHIE GRANDI ci propone….

10 marzo 2020


Ciao bambini e bambine,

mi piacciono molto le orecchie grandi perché posso ascoltare tante cose.

Infatti ho sentito che avete una grande voglia di fare e costruire.

Oggi desidero proporvi la costruzione del “BICCHIERE SONORO”.

Guardate il video e divertitevi tantissimo. Noi maestre l’abbiamo costruito e abbiamo cantato le nostre canzoncine a pieno ritmo.

Inoltre sono appassionata di gioielli, bracciali, anelli e collane e così vorrei proporvi di costruire 10 braccialetti con il materiale che vi piace di più.

Io amo contare tutto a voce alta e così ho inserito nei braccialetti i gioielli contando prima 1, poi 2, 3, 4, e così via…

Volevo chiedervi: volete essere miei amici? Spero di SIIIII!

Allora ascoltate questi indovinelli.

  • Quante orecchie ho?
  • Due scimmiette quante orecchie hanno?
  • Tre scimmiette quante orecchie hanno?

E le nostre quattro scimmiette quante orecchie hanno in tutto?

Mi sa che c’ è qualcosa che non va.

Chi di voi sa scoprire nella foto un errore?

E allora battiamo cinque e avanti tutta!

CIAO!


GIOCHIAMO CON I CINQUE SENSI!

6 marzo 2020


“LE CINQUE SCIMMIETTE”

 

Nella verde e bella giungla se ne stavano pacifiche 5 simpatiche scimmiette!

Le cinque scimmiette erano amiche, si volevano bene, giocavano tutto il giorno saltando da un albero all’altro e per l’ora della merenda si mangiavano delle buone e succulente banane!!

Le cinque scimmiette erano diverse le une dalle altre: la prima scimmietta aveva le orecchie più grandi delle altre, la seconda aveva due occhi belli grandi, la terza
un naso largo e grosso, la quarta
delle mani enormi rispetto al corpo e la quinta …. la nostra quinta scimmietta…era normale come tutte le scimmie…ma a lei non piaceva tanto mangiare e allora era la più piccolina e la più fragile. Infatti quando era l’ora della merenda non mangiava quasi mai…era sempre l’ultima ad arrivare e le altre scimmiette si mangiavano tutto!

Un giorno stanche di giocare si sedettero in cerchio all’ombra di un grande albero; iniziarono a guardarsi l’un l’altra e a dire:

Guarda che occhi grandi hai!

Ma tu, hai visto che orecchie enormi? Sembri un elefante!

No, no, guarda lei, le sue mani sembrano due padelle !

E il naso tuo? Fai proprio ridere!!

Aspetta e tu? Sei la scimmia che assomiglia ad uno stecchino!

Insomma le cinque scimmiette per la prima volta si osservarono tra loro, notarono le loro differenze ed iniziarono a prendersi in giro, a litigare…iniziarono persino a darsi degli spintoni …. e alla fine ognuna decise di tornarsene nella propria casa e non vedersi mai più…si erano arrabbiate le une con le altre….non si sopportavano più e così si lasciarono tutte arrabbiate.

Passarono uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette giorni …. insomma passò una settimana e nella giungla non si sentiva più il gridare, il farfugliare allegro delle scimmiette …

Un giorno arrivò la saggia nonna a casa della prima scimmia (quella dalle orecchie grandi) e chiese come mai non ci fossero in giro né lei né le sue amiche!

La scimmietta rispose che avevano litigato ed era molto triste, si sentiva sola. Allora la nonna le disse: – Ho un’idea! Andiamo insieme a chiamare le altre scimmiette e ci troviamo all’ ombra del grande albero, là ci sarà una sorpresa!

Così partirono passando casa per casa a chiamare le scimmiette, si radunarono tutte insieme con la nonna sotto l’ombra del grande albero….

La nonna cominciò a parlare:

-Basta ora litigare care scimmiette…i vostri volti sono tristi e malinconici!

Loro mi hanno preso in giro! – rispose la scimmietta con il naso grande.

-Anche tu mi hai trattata male- fu la risposta della scimmietta con le grosse mani.

Ora Basta!disse la nonna.

Guardatevi con attenzione! Ognuna è diversa dell’altra, ognuna ha una sua caratteristica che vi rende speciali!! Adesso ci aiutiamo!

La nonna prese la prima scimmietta e disse:

Hai le orecchie grandi e queste possono aiutare te e le tue amiche ad avvertire il rumore di un pericolo come ad esempio un animale feroce feroce…tu lo sentirai prima delle altre!

Ora vieni tu.

Prese per mano la scimmietta con gli occhi grandi e disse:

-Hai gli occhi grandi e questi ti servono a guardare bene le cose, i colori!

Poi prese per mano la scimmia dalle mani grandi:

Hai le mani grandi e queste ti sono utilissime per arrampicarti ed aiutare le tue amiche!!

Prese poi la quarta scimmietta:

-Hai il naso grande e tu puoi annusare meglio di chiunque altro i profumi, gli odori, le fragranze!

E per ultima prese la scimmia quella più fragile e magra…

-Per te ho preparato una bella sorpresa!! Guarda laggiù…

Indicò una tavola preparata con banane fresche, banane al caramello e al cioccolato!!!

– Forza dobbiamo fare festa!!! -disse la nonna!

Ora mangiamo in compagnia e la prima a mangiare sarai sempre tu, indicando la scimmietta più piccola!

Grazie nonna!! Oggi ci hai fatto capire che se anche siamo diverse, abbiamo dei doni speciali da condividere ed usare al meglio per il bene mio e delle mie amiche!!! Grazie nonna!!!

E così le scimmiette assieme alla nonna si abbracciarono forte; si chiesero scusa delle offese e dei litigi…

Finalmente ritornò l’allegria ed insieme fecero festa con la buona merenda preparata dalla nonna!

Ora scopriremo pian piano che anche noi abbiamo dei doni da scoprire come le cinque scimmiette!!


Genitori a scuola e SCUOLA PER GENITORI

Cari genitori,

ci accomuna il compito grande e importante di far crescere, educare e formare i bambini. La scuola dell’Infanzia “Maria Immacolata” intende offrire momenti di confronto, di condivisione e di aiuto su ambiti educativi specifici della fascia di età da zero a sei anni

perciò

la Comunità Educante vi invita a degli incontri di formazione, aperti a tutti, che si terranno presso la nostra scuola.

Martedì 28 aprile  2020 ore 20.3022.00

con Antonella Calabrese

(Formatrice ECM dott. Logopedista specialista in disfonia e deglutizione deviata SMOF Squilibri Muscolari Orofacciali, esperta in vocologia artistica)

“LA VOCE DEL BAMBINO,
PERLA PREZIOSA DA CUSTODIRE”

La voce dei genitori e dell’insegnante come modelli per il bambino. 

L’importanza del primo strumento della comunicazione.

Martedì 17 marzo 2020 ore 20.3022.00

con Ornaghi Paola

(Insegnante, esperta in counselling educativo)

“IL SORRISO RITROVATO”
Il profumo delle parole

La qualità della comunicazione interpersonale.

Martedì 24 marzo 2020 ore 20.3022.00

con Ornaghi Paola

(Insegnante, esperta in counselling educativo)

“IL SORRISO RITROVATO”
La magia della parola sulla mente

La qualità della comunicazione intrapersonale.

Martedì 21 aprile  2020 ore 20.3022.00

con Nicoletta Smonker

(Psicologa dello sviluppo e dell’educazione, Psicoterapeuta della Gestalt, formatrice, consulente di organizzazioni pubbliche e private. Diplomata in Psicologia Clinica Strategica e in Terapia Gestaltica Familiare)

“La vita familiare come contesto educativo:”

Trasformare le nostre aspettative in sfide appassionanti 

Se avete dei dubbi, domande o vostre conoscenze che volete condividere, inerenti ai temi proposti, avete l’opportunità di scriverle e riportarle a scuola o nella cassetta della posta della scuola insieme alla scheda di iscrizione agli incontri, entro venerdì 28 febbraio.
A conclusione dell’intero percorso, per chi lo desiderasse, sarà possibile proseguire in piccolo gruppo.
Nel ringraziarVi per l’attenzione Vi porgiamo cari saluti e contiamo sulla vostra presenza e nella diffusione dell’iniziativa che è aperta a tutti.

                                                                                         La Comunità Educante