CENTRI ESTIVI – “DA GRANDE VOGLIO FARE…”

11 luglio—15 luglio 2016 SECONDA SETTIMANA

Il “VIA !” alla seconda settimana l’ha dato un lavoro manuale bellissimo: il FALEGNAME e Pinocchio con Geppetto e le loro avventure ci hanno ricordato che il legno vicino al fuoco brucia!


Ma anche noi eravamo immersi nel calore ed è per questo che martedì ci siamo divertiti un sacco con i famosi GIOCHI D’ACQUA.

Ma le sorprese sono continuate perché mercoledì con un euro di carta, che ci siamo colorati e ritagliati, siamo andati presso la vicina libreria “Mondolibro” per fare acquisti: un fascicolo sui mestieri, tutto da colorare!

A scuola invece abbiamo trovato una bella sorpresa: un angolo rifornito di tanti piccoli giochi dove ognuno di noi con il suo euro di carta si è scelto qualcosa di proprio gradimento. Un bambino ha spiegato che quando si compra una cosa poi la si tiene e non la si riporta indietro perché diventa sua!

E chissà, chi lo sa, magari da grande, qualcuno, il commerciante farà!!!

CENTRI ESTIVI – “DA GRANDE VOGLIO FARE…”

 

4 luglio—8 luglio 2016 PRIMA SETTIMANA


– Quest’anno i centri estivi sono proprio belli – ha detto una mamma;

in verità ad esser bellissimi sono i nostri bambini che si stanno mettendo in gioco con i mestieri. Da grandi faranno lavori molto belli e ogni giorno cambiano idea.

 

In questa settimana, prima di tutto, abbiamo scoperto di essere degli ottimi imbianchini, colorando un po’ della nostra scuola e scoprendo un trucchetto per non sporcare il pavimento!!!

 

Un papà elettricista ci ha mostrato un piccolo circuito elettrico e grande è stato l’applauso quando si è accesa la lampadina. Subito dopo volevamo diventare tutti piccoli elettricisti.


 

E poi eccoci alle prese con i giochi senza frontiere a tema. A tutti è piaciuto di più stendere i panni rinfrescati dal nebulizzatore




 

Inoltre venerdì abbiamo scoperto, grazie ad un papà,un grandissima risorsa del nostro territorio: la calda acqua termale e il benefico fango. Siamo andati a visitare le fangaie e una volta tornati ci siamo infangate le mani e cosi abbiamo potuto fare lo stampo su un foglio.

Che soddisfazione!!

 


 

Ma non è finita qui perché meravigliose sorprese ci attendono la prossima settimana!!!

CENTRI ESTIVI 2016


Da grande voglio fare

Da lunedì 4 luglio a venerdì 29 luglio!

ALL’OCCORRENZA ECCO I NUMERI D’EMERGENZA

Educazione stradale a Scuola dell’Infanzia

Lunedì 27 giugno 2016


“Se qualche pericolo avvisterò,

di certo non mi spaventerò,

subito aiuto porterò

e il numero giusto di emergenza chiamerò!!!!!”


E il nostro progetto qui si conclude

perché tra poco la nostra scuola chiude!!!


I MUSICANTI DI VILLA ALLEGRA

AUGURANO A TUTTI


BUONE VACANZE!

LA BICICLETTA A VILLA ALLEGRA!

Educazione stradale a Scuola dell’Infanzia

Mercoledì 22 giugno 2016

E’ proprio bello venire a scuola in bicicletta. La mia bicicletta è bella, luccicante, fosforescente e va veloce – dice Giacomo che ci ha portato la sua bicicletta a scuola.


Poi con l’aiuto del vigile ci siamo ricordati che la bicicletta deve avere i freni in buon stato, il fanalino, i catarifrangenti e il campanello e tanto altro che ci siamo già un po’ dimenticati…. Con il caschetto la testa viene protetta ed è vita perfetta!!!

Poi con “NOBITA” che va in bicicletta e “DORAEMON” ci siamo divertiti un sacco!!!

Ma anche molti di noi hanno la bicicletta


e così ci siamo disegnati!!!

Educazione stradale a Scuola dell’Infanzia – I VIGILI A SCUOLA!!!

SORPRESA!

venerdì 17 giugno 2016

 


Che grande sorpresa!

Proprio a scuola sono venuti a trovarci una vigilessa e un vigile e che silenzio quando ci hanno spiegato e fatto vedere i movimenti che sostituiscono il semaforo

Lo sapevate che i bambini devono sempre salire in automobile nel sedile posteriore e sedersi sul seggiolino?

E poi ci hanno spiegato che tutti noi possiamo essere dei piccoli vigili e controllare che nessuno si metta in situazione di pericolo.

E sapete come abbiamo concluso? Con un grande applauso!

Grazie per questa bella sorpresa!

 



 

QUESTIONARIO PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

1—La funzione principale del vigile è…

  • dare le multe
  • dirigere il traffico dei veicoli e dei pedoni
  • pulire le strade

2 —A cosa serve la segnaletica stradale?

  • ad abbellire e colorare le strade
  • a far rispettare il codice della strada
  • a fare pubblicità

 

Educazione stradale a Scuola dell’Infanzia- IDEA GENIALE!

mercoledì 15 giugno


In una città di nome CONFUSIONE vivevano tante persone.

Ognuna andava dove voleva, senza sapere però dove andare.

Questi abitanti erano tristi perché ogni giorno, immancabilmente, qualcuno si faceva male perché quando si muovevano per strada si scontravano sempre, provocando incidenti disastrosi.

Un bel giorno in quella città arrivarono STRISCIA, STRISCIOLINA, STRISCIOLETTA.


Queste ebbero un’idea geniale: -Facciamo insieme un triangolo,che, con le punte che pungono, farà capire che c’è un pericolo, poi disegniamo dentro un pedone che attraversa le strisce pedonali. Chi vedrà il segnale capirà che c’è il pericolo di travolgere qualche persona e quindi rallenterà ed eventualmente si fermerà per lasciar passare i pedoni!-

Così accadde e da quel giorno le macchine non andarono più addosso ai pedoni e tutti furono felici e contenti. (Sreidd)

ED ORA TOCCA A NOI SCOPRIRE QUALI SEGNALI CI SONO NELLA NOSTRA CITTA’

RONNI BRUM BRUM, UN CANE VIAGGIATORE

Mercoledì 8 giugno


RONNI CANE VIAGGIATORE

Nella città di Centostrade, un giorno arrivo’ Ronni: era un cane viaggiatore che, curioso di scoprire posti nuovi e avventurosi, era sempre a spasso per il mondo.

RONNI A CENTOSTRADE

Zampettando allegramente per le vie di Centostrade, Ronni cominciò a guardarsi attorno e, abbaiando, esclamò – Che strano posto è questo qui! Ci sono buffi cartelli colorati e di forma diversa appesi a pali di ferro qua e là e strade segnate da tante strisce bianche che paiono delle zebre ubriache!

Mentre apriva gli occhi per osservare meglio tutto ciò, vide, al centro di un incrocio di strade, una cosa che gli fece drizzare la coda e le orecchie per la sorpresa: un palo alto e nero con tre lucette colorate che si accendevano e si spegnevano come quelle delle giostre.

Chissà che cos’è! – esclamò. Se è un gioco nuovo, lo voglio provare! Detto questo, Ronni spiccò un balzo e corse verso quella cosa così nuova e affascinante; ma non era ancora giunto sull’ altro lato della strada che, d’improvviso, si trovò in mezzo a una coda lunghissima di automobili che sfrecciavano a tutto gas! Fece appena in tempo a schivarne una e a scansarne un’altra quando, col cuore in gola e la lingua di fuori per la corsa e lo spavento, si trovò finalmente fuori dalla strada.


GIGI GRAN SEMAFORO

  • Devi stare più attento! disse una voce seria e profonda.

    Ronni si guardò attorno per scoprire chi avesse parlato e … capì che la voce proveniva proprio da quel palo alto e nero con le luci colorate che tanto lo aveva incuriosito.

  • E tu chi sei? chiese Ronni.

    Io sono Gigi Gran Semaforo – rispose – e dirigo il traffico di Centostrade!

    Chiunque passi di qui deve ubbidire a me! Ronni gli si avvicinò incuriosito e chiese – A che cosa ti servono quelle luci colorate?Per svolgere bene il mio lavoro e farmi capire da tutti – rispose Gigi in tono solenne. – Ti spiego: quando accendo la luce rossa voglio dire ALT, fermati!

    Se, invece, accendo la luce gialla, dico ATTENZIONE, devi rallentare! Infine, la luce verde significa VIA LIBERA, PUOI PASSARE!

    Meravigliato, Ronni esclamo’: – Allora il tuo lavoro è molto importante! Se non ci fossi tu, per le strade ci sarebbe un gran disordine e tutti sarebbero scontenti! Gigi continuò – Non sono da solo a controllare che tutto funzioni bene e con regolarità, le strisce bianche disegnate per terra indicano ai pedoni il punto più sicuro dove attraversare la strada e i segnali stradali sono un importante riferimento per tutti i veicoli. Chi non rispetta le regole della strada diventa un pericolo per sé e per gli altri.

    RONNI BRUM BRUM

    Ronni ascoltò con interesse la spiegazione di Gigi Gran Semaforo ed esclamò: – Il tuo lavoro mi piace! Rimarrò a Centostrade per aiutarti a dirigere il traffico e controllare che tutti rispettino il codice della strada! Così fu: Ronni aiutava bambini e vecchietti ad attraversare la strada sulle strisce pedonali, controllava che i pedoni camminassero sui marciapiedi, abbaiava agli automobilisti che parcheggiavano in divieto di sosta, rincorreva chi non indossava il casco in moto. Era così bravo che il Sindaco di Centostrade gli regalò persino il cappello da vigile urbano e da allora tutti lo chiamarono Ronni Brum Brrum. Ogni tanto, quando passava vicino a Gigi Gran Semaforo, gli strizzava l’ occhiolino per simpatia

    e poi    via! di corsa a far rispettare il codice stradale.

    Tratto liberamente da : Edizione Fabbri .Testo scolastico – scuola primaria.


    QUESTIONARIO PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE

    l — Che cos’è la strada?

    • uno spazio per giocare
    • uno spazio riservato ai veicoli e ai pedoni
    • uno spazio riservato ai pedoni

    2 —Da chi può essere utilizzato il marciapiede ?

    • dai ciclisti così sono più sicuri
    • per parcheggiare le automobili
    • dai pedoni

    3 —Devi attraversare una strada senza semaforo nè strisce pedonali. Che cosa fai?

    • non attraverso fino a quando non trovo le strisce pedonali
    • guardo più volte a sinistra e a destra prima e mentre attraverso
    • guardo a destra e se non vedo veicoli attraverso in fretta

    4 — Chi è il pedone ?.

    • un bambino che va in bicicletta
    • un adulto che ha i piedi molto grandi
    • chi circola sulla strada a piedi

DA VILLA ALLEGRA PARTONO TANTE STRADE

Educazione stradale a Scuola dell’Infanzia

mercoledì 3 giugno 2016

  • Quando non c’è la macchina perché si rompe, bisogna prendere la bicicletta- ci ha raccontato Veronica, facendoci vedere la sua bicicletta!
  • Io uso il monopattino!-Ha detto un bambino.
  • Io ho una macchina bellissima che sfreccia…!
  • Il mio papà ha il camion!!!
  • La mia mamma ha il seggiolino per me in macchina!!


IL GIROTONDO DELLE RUOTE

Su quattro ruote corrono velocemente

Tutte le auto di chi ha la patente;

quattro ruote ha il camioncino

che si guida pian pianino,

due ruote ha la bicicletta e due ruote ha anche la motocicletta.

Quattro ruote ha il bus colorato

Che tanti bimbi ha trasportato.

E il treno quante ruote ha?

Ruote di ferro in quantità


Emanuela e Federico

10 Giugno 2016

La scuola è in grande festa

per il matrimonio della nostra maestra Emanuela con Federico

La vostra unione dà vita a una nuova famiglia.

Il nostro augurio è che sia sempre illuminata dall’amore,

dalla serenità, dalla gioia, dalla fede e … dai bambini.