UN GRANDIOSO FINALE!

Settimana dal 22 al 26 Febbraio 2021

3° PUNTATA

Oggi folletto Gigi concluderà il racconto sui suoi amici Folletti del cuore…

Jimmy non ha voglia di alzarsi dal letto, eppure quella dovrebbe essere una giornata speciale: è l’ultimo giorno di scuola e con la sua classe andrà in gita allo zoo; aveva tanto aspettato che arrivasse quel giorno, eppure adesso si sente pigro e svogliato.

Allo zoo Jimmy è annoiato, nulla lo stupisce o lo interessa, né le scimmie, né i cigni, né gli struzzi… ad un tratto però, forse per la troppa noia o per dimostrare agli altri di essere un bambino coraggioso, comincia ad arrampicarsi sul recinto dei leoni, il maestro lo chiama e cerca di prenderlo, ma Jimmy non dà ascolto a nessuno finendo per perdere l’equilibrio e precipitare giù, rompendosi una gamba. Dovrà portare il gesso per un mese, i suoi genitori sono molto arrabbiati con lui.

Jimmy, costretto a letto, sta male, ma è convinto che non dipenda solo dall’ingessatura; secondo lui dipende anche dal fatto che non ci sono più i folletti nel suo cuore. Così Jimmy chiama la strega dentro al suo cuore, chiedendole perché si sente così: – Renza, vuoi dirmi perché senza i folletti mi sento così? Mi annoio tanto e non ho più voglia di fare le cose che prima mi piacevano. Se qualcuno viene a trovarmi sbadiglio tutto il tempo, pure con la mia amica Chiara ho fatto così; stavo meglio prima, anche quando mi dicevano che ero troppo sensibile.

La strega dopo un po’ di giorni di silenzio, gli risponde: – A me non interessa come ti senti!

Jimmy le chiede perché ha preso il posto dei folletti e lei glielo racconta.

– Tempo fa, quando eri piccolo, ero una fata e vivevo nel tuo cuore insieme ai folletti. Essere una fata però non è facile come sembra, hai un sacco di obblighi: devi essere paziente, buona e gentile e devi farti in quattro per aiutare gli altri. È faticoso! Una notte, mentre tu e i tuoi folletti dormivate, uscii dal tuo cuore e mi affacciai alla finestra; fu allora che conobbi un mago che mi ha convinta a diventare una strega, dicendomi che è molto più facile fare la strega perché puoi fare tutto quello che ti pare. Così mi ha trasformato e mi ha donato una scopa. Da quel momento non mi sono più chiamata Serenella ma sono diventata Indifferenza. Ecco, adesso sai tutto, e sei pregato di lasciarmi in pace!

I folletti, che sono ancora dentro allo scarpone sentono tutto, e sentendo il suo nome, finalmente si ricordano di fata Serenella, facendo svanire l’incantesimo che li avvolgeva; a quel punto per far sparire la strega Renza e far tornare la fata Serenella devono ritrovare la sua bacchetta magica e fargliela toccare; la cercano ovunque, nello scarpone, nella stanza ed in giardino, ma non la trovano; quando Jimmy si addormenta rientrano nel suo cuore e ritrovano la bacchetta proprio lì, nella loro casetta rossa; quando le mani della strega addormentata toccano la bacchetta magica, lei si ritrasforma in fata Serenella ed i folletti felicissimi la abbracciano e la baciano.

Serenella pronuncia una formula magica per cancellare i ricordi di Jimmy, che non doveva ricordarsi dell’esistenza dei folletti: il giorno dopo Jimmy apre gli occhi ed è come se si fosse svegliato da un brutto sogno di cui non ricorda niente. È pieno di energia e avrebbe voglia di fare tantissime cose; e finalmente deve andare a togliersi il gesso.

Uscendo fuori trova una sorpresa: la sua amica Chiara lo aspetta, gli sorride e lo saluta.

I folletti ricominciano il loro lavoro nel cuore di Jimmy.

Gaietto fa illuminare gli occhi di Jimmy e gli fa fare un grande sorriso. Va incontro alla sua amica saltellando su un piede solo, sorridente e spensierato.

Non si ricorda del lavoro dei folletti, ma ora che tutte le emozioni sono al loro posto e lavorano nel modo giusto, può ricominciare a vivere e ha davanti un futuro pieno di emozioni!

Gli amici di Folletto Gigi sono entusiasti di questa storia, e sperano che anche dentro al loro cuore ci siano quei folletti che lavorano con tutte le emozioni: gioia, tristezza, paura, stupore, rabbia, e disgusto. Sono proprio queste che danno il sapore ed il colore alla vita!

Anche noi questa settimana siamo stati felici inoltre di ascoltare un’altra storia che ci è piaciuta molto: UNA VITA PIU’

E’ la meravigliosa storia di un chicco di grano….

Subito dopo aver ascoltato la storia abbiamo seminato i graziosi chicchi di grano sotto la terra.

Ora attendiamo con pazienza….



 

Comments are closed.