IN VIAGGIO!

LA CARTA DI IDENTITA’ DELLE API!

25 maggio 2020

Liberamente adattata dalla storia scritta da Agnese Bizzarri scrittrice

GUARDA IL VIDEO (Link)


Ciao scimmiette! Siete pronte per la festa del diploma? Io sono emozionata- disse la nonna.

-E mentre attendiamo questo lieto evento volevo ricordarvi che il 20 Maggio era la giornata mondiale delle Api e questi piccoli grandi insetti, con il loro insostituibile contributo all’impollinazione dei fiori, rendono possibile la vita sulla terra. Ed ora attente bene, si parte! -aggiunse la nonna.

Il Viaggio delle Api



Aeroporto di Margherita. Terra dei Fiori Selvatici. In partenza milioni di Api. “Si comunica che il volo 231 è pronto a partire. Invitiamo le Api a consegnare le proprie carte di identità per il controllo”.

“Buongiorno, sono Poliziotto, verifica documenti: mi può consegnare la sua carta di identità di Ape”?

“Certamente, prego”, rispose l’Ape, allungando la carta di identità.


Il poliziotto, che era un po’ precisino, l’aprì e la controllò, e la lesse tutta per bene, dalla prima all’ultima riga. Quel poliziotto faceva sempre tardare le Api per l’impollinazione.

“Vediamo un po’”, disse:

“Carta di Identità Ape”:

Storia: le api sono comparse sulla Terra, sapete quando? Sulle dita non ci stanno… sono ben 30 milioni di anni fa. Sarebbe un’assurdità scomparire adesso! Non trovate? Come dire ci siamo da sempre!

Compito: siamo impollinatrici dei fiori. Lavoro ricco di responsabilità e impegno. E’ stato detto che un mondo senza api è un mondo senza uomini.

Passione: abbiamo amore folle, totale e incondizionato per i fiori. Ne visitiamo fino a 225.000 al giorno.

Casa: alveari. Sono puliti, divisi in comode celle. Offrono una vista mozzafiato su erba, prati, campagna.

Famiglia: grande e strutturata. C’è l’Ape Regina, la capa, ci sono le Api Operaie le lavoratrici; i Fuchi sono i maschi per fecondare l’Ape Regina.

Sport preferito: il volo con capriole sui fiori.

Mestiere: siamo cuoche provette esperte in produzione di miele, polline, pappa reale. Dolci, prelibati, ricchi di vitamine e di energia. E’ possibile la creazione della cera per pulire i pavimenti e lucidare i mobili.

Genere: per lo più siamo femmine. I maschi sono pochi e muoiono appena hanno fecondato l’Ape Regina.

Uova: tra le 1.000 e le 3.000 al giorno.

Stato: tutte le api sono nubili, i maschi sono riservati all’Ape Regina.

Paure: sindrome dell’essere schiacciate e sterminate.

Fiori preferiti: lavanda, girasole…

Vestito preferito: tuniche a righe di alta moda. Pelosette ancora meglio, calde e morbide.

Futuro: incerto a causa dei pesticidi. Dipende da uomini. D’altronde gli uomini dipendono dalle api.

Proverbio: Come fareste senza qualcuno che si occupa di voi? Proteggeteci e noi proteggeremo voi.

Il poliziotto riconsegnò la carta di identità e le api, come milioni di altre volte, ripartirono e i fiori le aspettavano con ansia.

 

  • Ora puoi costruire anche tu la tua carta d’identità usando le schede e facendoti raccontare dai genitori oppure dai nonni le tue abitudini di quando eri piccolo.
  • Anche tu puoi pensare al tuo sport preferito, ai tuoi amici, al vestito che ti piace di più ecc.
  • Puoi fare il disegno della storia.
  • Puoi disegnare la tua famiglia.
  • Puoi pensare a cosa farai da grande.

Allenamento:
Scarica le schede della carta d’identità delle API

 

Comments are closed.