Lo scherzo di ELMER (3)

Liberamente tratto da “IL RITORNO DI ELMER” di David McKee Arnoldo Mondadori Editore 3a parte

Settimana

dal 14 al 18 febbraio 2022

Vi ricordate lo scherzo di Elmer che durante la notte aveva colorato tutti gli elefanti e non si sapeva più chi fosse il vero Elmer? Adesso vediamo come continua la storia.

IL RITORNO DI ELMER

Parte 3°

Tutti gli elefanti cominciano a chiedersi dove sia il vero Elmer ma nessuno sa rispondere.

Un elefante interviene dicendo che questo è sicuramente uno dei tanti scherzi di Elmer: se vogliono smascherarlo, devono correre al fiume e buttarsi nell’acqua così i colori spariranno e rimarrà colorato solo il vero Elmer.

Arrivati al fiume tutti si tuffano divertiti ed allegri nell’acqua colorandola di tanti colori.

Usciti dall’acqua però, gli elefanti smettono di ridere.

Tra loro non si vede il vero Elmer; sono tutti grigi. Tanti elefanti color elefante.

L’unica cosa colorata lì vicino è l’acqua del fiume.

Tutti gli elefanti chiedono dove sia Elmer.

Alla fine uno di loro dice di essere Elmer e che sognava da sempre di essere grigio come loro.

Ma gli elefanti non sono felici, vorrebbero rivedere Elmer di nuovo variopinto, come piaceva a loro.

Elmer si scusa con gli altri elefanti per essere diventato grigio come loro, ormai non può farci niente se è così, a meno che non provi a tuffarsi nell’acqua colorata: magari i colori si riattaccheranno al suo manto.

ATTIVITÀ PER LA SETTIMANA

Al lavoro!

  • Dopo l’ascolto della terza parte della storia “Il ritorno di Elmer” e la conversazione sul tema, sarà bello realizzare un disegno della parte della storia che più è piaciuta. 
  • Attività grafica numerica: colorare tanti elefantini quanti indicati dalle dita della mano (numeri fino a 5 per i medi, numeri maggiori per i grandi)

  • Costruzione della busta scherzo: prendere un foglio di giornale o di carta normale, decorarlo a piacimento con pennarelli o tempere; preparare delle palline di carta di giornale e dei coriandoli (se si hanno in casa); posarli nel retro della carta decorata; piegare e chiudere la carta con colla ed eventualmente una piccola piega sul bordo, non deve passare l’aria; mettere la busta sopra il termosifone così si gonfierà di più; 3-2-1, saltare sopra il sacchetto e farlo scoppiare, sarà uno scherzo divertente!



 

 

 

 

 

 

 

 

Poi si possono portare a scuola i lavori realizzati a casa!

Buon lavoro e a presto!

 

Comments are closed.