STORIA DEL DIPLOMA DEI FOLLETTI

Settimana dal 24 al 28 maggio 2021

Folletto Gigi è un po’ strano in questi giorni: è agitato, continua a girare intorno, non sta mai fermo, ogni tanto sta per conto suo ed è triste, oppure è distratto, ogni tanto ha pure male alla pancia.

Il fatto è che sta per succedere qualcosa di molto importante, le maestre a scuola gliene hanno parlato, e Folletto Gigi è molto preoccupato…

TRA POCHI GIORNI FOLLETTO GIGI PRENDERÀ IL DIPLOMA…

Folletto Gigi è dei grandi, e sta per prendere il diploma: la maestra ha detto che prendere il diploma è una cosa bella, perché vuol dire che si è cresciuti e si è diventati grandi, ed ora è arrivato il momento di andare alla scuola primaria.

Ma a Folletto Gigi dispiace, egli è molto affezionato ai suoi amici, i Folletti Giallina, Verdino, Rossella e Azzurrino e loro non andranno alla scuola primaria: qualcuno è dei piccoli e diventerà un medio, qualcuno è dei medi e diventerà un grande…

E poi c’è la sua maestra: egli le vuole molto bene, la conosce alla perfezione, sa che cosa vuol dire quando alza il sopracciglio in un certo modo, o quando cambia il tono della voce o si mette a guardarlo intensamente…

Per non parlare della sua classe, il giardino, conosce ogni angolo nei minimi dettagli, sa che il muro della classe ha una macchia in un certo punto, che in giardino la rete ha un buchetto dietro alla siepe da cui si può spiare fuori, sa quanti scalini ci sono per arrivare al piano di sopra e quanti giochi ci sono in giardino…

Gigi invece, adesso, andrà alla scuola primaria: avrà dei compagni nuovi, delle maestre nuove, una classe nuova, uno zaino nuovo, un astuccio, tanti quaderni e libri nuovi… quante cose… E SE NON FOSSE IN GRADO DI AFFRONTARE TUTTO QUESTO?

Il giorno del diploma si sta avvicinando, a scuola tutti parlano di questo…

La maestra lo rassicura, anche se ora prenderà il diploma ed andrà in un’altra scuola l’affetto resterà, Gigi potrà continuare ad essere amico degli altri folletti, e potrà tornare ogni tanto a salutare la maestra.

Ma soprattutto NELLA SCUOLA NUOVA IMPARERÀ UN MONDO DI COSE NUOVE, cose da grandi, farà esperimenti, laboratori, imparerà a leggere, a scrivere e a contare, ma con numeri molto più grandi del 10…

Pian piano nel cuore di Folletto Gigi cominciano ad esserci sentimenti nuovi, LA GIOIA DI DIVENTARE GRANDE ED IL DESIDERIO DI AFFRONTARE UN’AVVENTURA NUOVA.

Arriva la sera del diploma: ci sono tutti; prima vengono diplomati i piccoli poi i medi, che gioia; poi ecco…è il turno di Folletto Gigi, la maestra lo chiama, gli mette il cappello nero, quello dei diplomandi, sale sopra la pedana, e riceve il diploma. Sorride ed è felice, tutta la sua famiglia è lì ad applaudirlo, e anche tutti gli altri.

Riceve anche un regalo, una piccola piantina da curare, ma Gigi è un esperto custode del creato, quindi lo farà con gioia, diventerà una bellissima pianta.

Gigi ed i suoi compagni grandi a settembre andranno in una scuola nuova, alla scuola primaria, e sarà bellissimo crescere.

Dopo la lettura della storia ecco emergere nei bambini “GRANDI” varie emozioni.

Qualcuno ha detto di aver paura per i lavori nuovi da fare…

Un altro ha spiegato che si sente triste nel dover lasciare la maestra e gli amici.

Alcuni sono felici e pieni di gioia per le cose nuove che si potranno imparare, per i giardini grandi delle nuove scuole, per i nuovi amici che incontreranno.

Nel frattempo abbiamo ultimato il cartellone inerente la storia “Un pesce è un pesce di Leo Lionni per il progetto continuità con la scuola primaria “Busonera”

Questo cartellone, alcuni di noi lo ritroveranno in classe a settembre e sarà bellissimo.



EVVIVA

I BAMBINI!

 

Comments are closed.