Nel VILLAGGIO, ecco un personaggio speciale:

SAN FRANCESCO!

1° parte

Settimana dal 20 al 24 novembre2023

 

Nella nostra scuola, c’è un’atmosfera davvero speciale…

Il Saggio del Villaggio ha iniziato a raccontarci una storia e, pensate un po’, il protagonista è un santo: SAN FRANCESCO.

Ecco la prima parte della storia

“Francesco nacque ad Assisi, un piccolo borgo in Umbria, nel cuore dell’Italia. Era il 1182, durante il Medioevo, un’epoca molto lontana, popolata di principi e valorosi cavalieri. Il suo papà era un ricco mercante di stoffe e tessuti. La sua mamma era di origine francese, per questo chiamò suo figlio Francesco. Visse nella ricchezza per molti anni, era un giovanotto vivace e spesso un po’ prepotente, come capitava allora ai ragazzi ricchi e viziati. Amava andare alle feste e stare in compagnia.

Ben presto però si rese conto che tutte queste cose non gli bastavano per essere felice.

Un giorno partì per combattere una guerra, ma quando tornò era così sconvolto dalle cose brutte e dalla violenza che aveva visto che capì subito di dover cambiare vita. Una notte sentì in sogno una voce che lo chiamava e lo invitava a seguire Dio, ricostruendo la sua Chiesa che era in rovina.

Si spogliò dei suoi abiti eleganti, rinunciò a tutte le ricchezze di famiglia e, indossato solo un saio, un vestito fatto di sacco molto povero, se ne andò da casa e si mise a vivere in povertà, ricostruendo una chiesetta che era distrutta.

Trovò la sua gioia di vivere in Dio, che vedeva dappertutto: nei volti della gente povera, negli ammalati ma anche negli animali, nei fiori, nelle nuvole e nelle stelle. Continuava a lodare e ringraziare Dio per tutto quello che aveva creato: fratello sole, sorella luna, madre terra, sorella acqua, fratello fuoco…

Le persone lo ascoltavano attente, e persino gli uccelli si fermavano vicino a lui per ascoltarlo…

Questa storia ci è piaciuta molto. Un bambino ha detto che vorrebbe vedere san Francesco, per stare con lui e con gli animaletti…!

E anche noi bambini ci divertiamo con gli animaletti

 

 

I Piccoli hanno colorato una simpatica chiocciola.

 

 

 

 

 

I Piccoli hanno poi tracciato il percorso degli animaletti per arrivare alle noci e poi le hanno contate

 


 

 

 

I Medi e i Grandi si sono divertiti dapprima con gli elementi mancanti.

 

 

 

 

 

I Medi e i Grandi hanno poi ritagliato le chiocciole e le hanno incollate dapprima in ordine crescente e poi decrescente.

 

 

 

Infine hanno cercato e disegnato gli elementi mancanti nel grazioso paesaggio autunnale.

 

 

 

 

 

CHISSA’ COME PROSEGUIRA’ LA STORIA…

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana!

IL CUORE DEL VILLAGGIO: LA FAMIGLIA!

La bellezza del rifugio nella famiglia

Settimana dal 13 al 17 novembre 2023

Ecco la nostra storia!

“Dopo varie passeggiate autunnali nel bosco e la castagnata a scuola, i bambini hanno cominciato a rientrare in casa dopo la scuola, senza più fermarsi fuori: il cielo infatti è spesso grigio, a volte c’è la nebbia, comincia a fare più freddo..

L’abbigliamento è cambiato: il giubbotto diventa più pesante, servono lo scaldacollo ed il berretto per uscire. Altrimenti si prende il raffreddore e la tosse, e poi tocca andare dal pediatra, bere lo sciroppo, fare l’aerosol.

Non si mangia più il gelato, ma si può bere la cioccolata calda…

Al pomeriggio il buio arriva presto, e così si sta bene a casa.

Quanto bello è stare accoccolati in divano, sotto la copertina di Spiderman o dell’Unicorno, mentre la mamma ed il papà leggono una storia; o guardare la Tv davanti al caminetto acceso in cui la legna brucia.

E poi la sera giocare in casa, magari al gioco dell’oca, a Monopoli, ai giochi con le carte o i dadi.

O fare un puzzle, di quelli coi pezzetti davvero piccoli.

Una sera però la mamma diventa seria, e dice a me e a mio papà: – La situazione è davvero grave, ci sono tante persone che stanno combattendo e facendo la guerra, dobbiamo pregare perché ritorni la pace, la pace va seminata dappertutto, così crescerà come una pianta…

E il papà: – È verissimo, la pace può crescere come un albero, in cui Dio ci aiuta e ci indica come fare (nel tronco e nelle radici), e noi siamo i rami che producono frutti di pace.

E così, a tutti noi è venuta una grande idea, perché non costruire l’albero della pace?!? Così ci siamo messi all’opera…”

Ogni famiglia è composta da persone meravigliose con un compito fondamentale: custodire la vita e l’amore.

Ogni bambino ha raffigurato la propria famiglia. Porteremo i pannelli con i disegni in santuario proprio per affidare a Maria Santissima tutte le famiglie, soprattutto quelle in difficoltà.

Pregheremo insieme domenica 19 novembre, festeggiando la Madonna della Salute e il miracolo che si ricorda presso il nostro Santuario.



I Piccoli poi hanno colorato una sagoma con le parti mancanti del viso.


I bambini Medi e Grandi hanno ritagliato le varie parti del corpo poi hanno colorato e incollato

EVVIVA LA FAMIGLIA:

CUORE DEL VILLAGGIO!

… Alla scoperta dell’AUTUNNO…

Settimana dal 30 Ottobre al 30 novembre 2023

Noi bambini dalla nostra scuola ci siamo accorti che le foglie degli alberi hanno colori meravigliosi: rosse, arancioni, gialle, marroni.

Ci divertiamo anche a raccoglierle e a lanciarle in aria.

Hanno forme diverse e alcune sono grandi, altre piccole…

Che capolavori!!!

L’Autunno è una stagione meravigliosa

Le maestre a tal proposito ci hanno raccontato una storia…

I nonni ogni pomeriggio andavano a prendere i bambini a scuola, e poi li portavano al campetto a fare merenda e a giocare coi pattini e gli skateboard; ma un pomeriggio sono arrivati a prendere i bambini con gli scarponcini in una borsa, e li hanno portati a fare una passeggiata nel bosco.

-È arrivato il momento di andare alla scoperta dell’autunno… hanno detto i nonni, e i bambini che sapevano che i nonni sono i custodi del villaggio che sanno tante cose li hanno seguiti senza fare domande, e carichi di curiosità.

Il terriccio era tutto fangoso, anche se non aveva piovuto, l’umidità della notte bagnava la terra e le foglioline.

Per terra era tutto un rumore di calpestio di foglie, rosse, gialle, arancioni e marroni; il vento le faceva cadere ancora, era bello ballare con le foglie.

Le foglie avevano varie forme: a forma di cuore, ondulate, seghettate, filiformi… i bambini facevano a gara a chi ne raccoglieva di più, e a chi trovava le più grandi…

E in mezzo alle foglie, qualcosa di duro e marrone sbucava ogni tanto sotto ai piedi: ghiande e castagne. Forse gli scoiattoli, che stavano raccogliendo le loro provviste prima di andare in letargo, non se ne erano accorti e le avevano lasciate in giro…

I Piccoli hanno realizzato un bellissimo collage.

I Medi hanno seguito con attenzione le consegne.

Per i GRANDI il compito era più difficile…

Ed eccoci alle prese con altre attività


E poi eccoci pronti a seguire, in equilibrio, i percorsi colorati.

A noi Piccoli piace tracciare con il pennello linee verticali e orizzontali su un piano verticale.

CIAO A TUTTI!

OPEN DAY

Sabato 25 novembre 2023

dalle ore 9 alle ore 12


 

 

 

 

 

 

 

Cari genitori e bambini,

sarà l’occasione per divertirci insieme,

per conoscere il percorso didattico

e visitare gli ambienti della scuola

VI ASPETTIAMO : LA COMUNITA’ EDUCANTE

IL REGALO DELLE REGOLE NEL VILLAGGIO! 2

MA COS’E’ UNA REGOLA?

Rispondono i nostri bambini

Seconda parte della storia: settimana dal 23 al 27 ottobre2023

La REGOLA N 1: “SI SALUTA” e la seconda: REGOLA N 2: “SI ASCOLTA CHI PARLA” ci sono piaciute tantissimo e, quando riusciamo, accogliamo chi arriva con un saluto in coro: BENVENUTO/A!

Ci siamo chiesti che cos’è una regola, a cosa serve ?

Alcuni bambini hanno risposto così:

“La regola è un insegnamento, un aiuto alla maestra, è voler imparare, è fare le cose con ordine, è ascoltare e poi fare”

“Se non ci fossero le regole ci sarebbe la guerra, le regole servono anche agli adulti. La regola più importante per noi è la numero tre cioè condividere i giochi ma è anche la più difficile”.

“La regola è una cosa importante, ci aiuta a comportarci bene, ci serve sempre per imparare e crescere bene, farci diventare bravi”

La storia però continua…eccola!

I nonni e le maestre dissero che per vivere bene insieme nel villaggio era indispensabile rispettare alcune regole. Se fossero state rispettate avrebbero ricevuto in premio una stellina d’oro.

REGOLA N 3: “SI CONDIVIDONO I GIOCHI SENZA LITIGARE ”

REGOLA N 4: “SI METTONO IN ORDINE I GIOCHI QUANDO SI FINISCE DI GIOCARE ”


REGOLA N 5:” SI DEVONO USARE PAROLE GENTILI QUANDO È RICHIESTO”.



I bambini furono molto entusiasti di aver imparato che le regole sono molto importanti per stare bene insieme e non vedevano l’ora di rispettarle per poter ricevere la stellina d’oro.

Finalmente nel villaggio era tornata la felicità e l’ordine.


IL REGALO DELLE REGOLE NEL VILLAGGIO!

Prima parte

Settimana dal 16 al 20 ottobre 2023

In questa settimana, a scuola, è arrivato un pacco bellissimo.


All’interno abbiamo trovato una storia. Eccola! Insieme, poi, c’erano altri fogli…

Questa mattina nel villaggio c’era una gran confusione. I bambini erano arrabbiati, urlavano, lanciavano i giochi e litigavano tra di loro per i giochi e poi li lasciavano in disordine, non ascoltavano e non salutavano.

La situazione era diventata insostenibile senza regole e le maestre decisero di prendere in mano la situazione per far tornare l’ordine e la pace nel villaggio. Ma come potevano fare? E poi ce l’avrebbero fatta da sole? Ci pensarono a lungo per tutto il pomeriggio e alla fine pensarono che l’unica soluzione possibile era fare immediatamente un’assemblea straordinaria, non da sole ma avrebbero chiamato i nonni, che sicuramente le avrebbero aiutate con i loro saggi consigli ed insegnamenti.

L’assemblea fu lunga e costruttiva e finalmente si era arrivati ad una conclusione. I bambini avevano bisogno di regole e le maestre insieme ai nonni del villaggio gliele avrebbero insegnate. Infatti dentro al pacco regalo c’erano altri fogli…

Il giorno dopo le maestre e i saggi nonni chiamarono tutti i bambini e li fecero sedere in cerchio. Poi spiegarono ai bambini che per vivere felici insieme ci volevano le regole. I bambini non sapevano che cosa fosse una regola, ma sicuramente volevano imparare questa nuova parola e capire che significato avesse.

Consigliarono di cominciare a metterne in pratica qualcuna e poi avrebbero spiegato che cos’è una regola.

I nonni e le maestre dissero che per vivere bene insieme nel villaggio era indispensabile, quando ci si incontra, salutarsi con un bel sorriso pieno d’amore.

Ecco quindi la prima regola:

REGOLA N 1: “SI SALUTA”


La seconda regola richiede orecchie ben aperte e quando le orecchie sono aperte si possono sentire messaggi importanti e preziosi per noi…

REGOLA N 2: “SI ASCOLTA CHI PARLA”


La storia davvero non è finita e chissà come proseguirà. Anche noi bambini della scuola ci impegneremo però a mettere in pratica queste regole.

CHE FANTASTICA SETTIMANA!!!

Settimana dal 9 al 13 Ottobre 2023

Il Costruttore ci ha descritto la sua meravigliosa settimana e noi bambini ci siamo raccontati tutto quello che facciamo durante la settimana.

-Anche noi andiamo a scuola e siamo felici!


 

 

 

Qualcuno ha detto che, a casa, è la nonna che dà l’acqua ai fiori!

 

 


 

 

 

 

 

 

 

-Io non vado al mercato e neanche mia mamma che compra con Amazon…Invece mia nonna va al mercato!

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

  • Io faccio sempre, tutti i giorni le passeggiate insieme al mio cagnolino! –

 


 

 

 

 

 

 

 

 

-Noi bambini in classe dividiamo i rifiuti e stiamo molto attenti a non confonderci …

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

-Qualche volta aiuto a fare le pulizie ma poche volte…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

-Io ci vado sempre in chiesa con il mio fratello grande, la mamma e il papà

E’ proprio bello poterci raccontare tante cose …

 

 

 

 

 

Ci divertiamo con questa bellissima canzone: (LINK)

E poi abbiamo scoperto che SETTIMANA si chiama così perché ha sette giorni!

Giovedì 12 ottobre, abbiamo festeggiato con la torta variegata la Madonna Del Pilar che si trova presso il Santuario intitolato alla Virgen del Pilar di Saragozza e che è il più antico di Spagna e forse dell’intera Cristianità.
Il Fondatore delle Suore, Padre Chaminade, in quel luogo ebbe l’ispirazione di fondare l’Ordine Religioso.


 

Venerdì 13 abbiamo donato a don Giuseppe i nostri disegni nel giorno del suo compleanno: AUGURI don GIUSEPPE!!

Si può dire che è stata veramente una FANTASTICA SETTIMANA!

 

Appuntamento alla prossima!

I CUSTODI DEL VILLAGGIO

Settimana dal 2 al 6 ottobre 2023


La settimana è iniziata con la grande festa dei NONNI!

Lunedì 2 Ottobre, festa degli Angeli Custodi, tutti i nonni ci hanno raggiunto nel nostro parco-giochi e abbiamo dedicato a loro canzoni e una stupenda poesia: È STATO BELLISSIMO!

Ai nonni vogliamo davvero tanto bene:

ci aiutano sempre,

ci custodiscono…

Le maestre ci hanno raccontato questa bellissima storia che ha come protagonisti un gruppo di bambini.


Stava cominciando l’autunno, la stagione che noi bambini amiamo tanto perché col vento volano le foglie, di tanti colori, e le possiamo raccogliere, e se le pestiamo fanno CRIC CROC…

Ma quell’anno stava succedendo qualcosa di molto strano, il tronco degli alberi del parco, che di solito è marrone, stava diventando violaceo… pian piano la corteccia aveva iniziato a seccarsi e a perdere pezzi…

Noi bambini siamo andati dai nostri genitori a raccontare quello che avevamo visto, ma loro non hanno saputo dare una spiegazione. Avevano pure provato a chiedere a Google sul telefono, ma niente… Neanche i giardinieri avevano mai visto niente di simile… Nessuno sapeva cosa fosse e come intervenire…

Per caso noi bambini abbiamo raccontato ai nostri nonni cosa avevamo visto; i nostri nonni ci hanno guardato, e hanno detto: “Ci pensiamo noi…”.


I nonni sono andati subito a vedere la situazione, poi si son messi a cercare nel bosco delle erbe, le hanno fatte bollire, preparando un composto che assomigliava ad una tisana, ma era molto più oleoso; con un pennello lo hanno spalmato sul tronco degli alberi, per vari giorni, fino a quando il tronco non è tornato ad essere marrone, e la corteccia era di nuovo bella e integra.

Quando abbiamo chiesto cosa fosse successo, hanno detto che gli alberi si erano ammalati a causa dell’inquinamento, del fumo delle macchine, e della plastica che spesso viene buttata sopra le loro radici, soffocandole; così hanno usato un rimedio della nonna, cioè una miscela creata con erbe che conoscevano da tanti anni e che avevano visto usare dai loro nonni e genitori.


Che bello riavere i nostri alberi guariti, i nostri nonni sono stati proprio bravi, custodendo i rimedi del sapere e delle tradizioni di un tempo. I nostri nonni sono proprio i custodi del nostro villaggio, meritano proprio un ringraziamento speciale.

GRAZIE NONNI!

VI VOGLIAMO

TANTO BENE!

QUANTO MI PIACE VIVERE QUI!

Settimana dal18 al 22 Settembre 2023

Ogni mattina vado a scuola con la mamma o il papà, il lunedì, il martedì, il mercoledì, il giovedì, il venerdì; poi il sabato e la domenica restiamo a casa.

I giorni in cui vado a scuola sono 5… li conto… …

I giorni in cui resto a casa sono … 2 …

Sono di più quelli in cui vado a scuola o in cui sto a casa?

Mi piace andare a scuola, a volte andiamo in macchina, altre volte in bici, altre ancora a piedi.

Quando vado a scuola mi piace guardarmi intorno: ci sono tante case, tanti alberi, i marciapiedi, le piste ciclabili, a volte c’è qualche cane che abbaia vicino al cancello, o un gatto che attraversa la strada; mi piace passare davanti al panificio, c’è sempre un profumo di pane che mi fa venire fame, e poi c’è l’edicola dove ogni tanto vado a comprare le figurine.

E per la strada c’è un semaforo, quando è verde si può attraversare, quando è rosso ci si deve fermare.

Ogni tanto si sente anche qualcuno che suona il clacson.

E poi c’è la chiesa che ha le campane che suonano, una volta ho contato quante volte ha suonato, erano 8 rintocchi delle campane, il mio papà ha detto che erano le 8 del mattino.

E finalmente quando arrivo a scuola, attraverso la strada e c’è un vigile tanto gentile che mi saluta sempre.

Poi entro a scuola e comincia il divertimento coi miei amici.


Al pomeriggio si torna a casa, per la stessa strada. E spesso la mamma o il nonno mi portano la merenda e mi accompagnano al parco…

Quanto mi piace vivere qui!

E noi, oltre a raccontarci tante cose, con i PICCOLI abbiamo colorato la scuola..


 

I MEDI hanno cercato e tracciato il percorso che porta a scuola.

 

 

Noi GRANDI abbiamo segnato il percorso giusto più difficile…


… senza considerare che all’inizio dell’anno ogni compito è impegnativo!

CIAO A TUTTI!

L’AMICIZIA E’ UN DONO FAVOLOSO!

Settimana dall’11 al 15 Settembre 2023

 

E’ proprio il nonno, il saggio del villaggio, a dirci che a scuola si possono costruire meravigliose amicizie!

Ci vuole però pazienza e tanta accoglienza per imparare a conoscerci e a star bene insieme.


 

 

Eccoci quindi pronti come veri costruttori a sperimentare la gioia di stare insieme.

 

 

Cominciamo a chiederci quanti anni abbiamo:

i Piccoli mostrano tre belle dita

i Medi quattro dita

i Grandi cinque dita

Insieme ci divertiamo a giocare pescando il costruttore di carta Grande, Medio o Piccolo adattandolo a se stessi.

E poi eccoci a colorare con il colore della propria sezione


 

SONO UN COSTRUTTORE GRANDE!

 

 

SONO UN COSTRUTTORE MEDIO!

 

 

SONO UN COSTRUTTORE PICCOLO

 

 

CIAO A TUTTI!